Incontro con l'ENEA a Tirano

Gradita visita sabato 14 giugno alla centrale di Tirano del Prof. Ing. Giuseppe Tomassetti dell'Enea di Roma. L'illustre ospite ha visitato con molto interesse quanto realizzato dalla società e particolare attenzione è stata rivolta alla imminente entrata in funzione (primo in Italia) dell'impianto di cogenerazione fornito dalla ditta Turboden di Brescia. La potenza elettrica sarà di 1,1 MW. Hanno inoltre partecipato alla visita, essendo presenti per la definizione con la società dell'accordo per il conferimento di legname proveniente da boschi bruciati, i sindaci di Buglio in Monte Walter Sterlocchi e di Ardenno Enzo Innocenti nonchè l'Assessore all'agricoltura, territorio ed ambiente di Tirano Pietro Panizza. L'ing. Tomassetti, che nel pomeriggio aveva anche partecipato al consiglio del Consorzio Forestale Alta Valtellina, ha potuto così verificare di persona le problematiche dei boschi e gli aspetti positivi promossi dalla realizzazione degli impianti di teleriscaldamento di Tirano e Sondalo. Nelle foto alcuni momenti della visita; in alto a sinistra Panizza, Sterlocchi, Righini, Tomassetti, Innocenti; la cippatrice in funzione; Brè e Tomasetti; altri momenti.

 

Giu 16 2003

Il patrimonio agro forestale: fonte di sviluppo per la montagna lombarda

E' il filo conduttore del convegno che si svolge all'Aprica il 18 giugno 2003.

Giu 11 2003

Assemblea straordinaria TCVVV: deciso l'aumento del capitale

L’assemblea straordinaria della Società Teleriscaldamento Cogenerazione Valcamonica Valtellina e Valchiavenna ha deliberato a larghissima maggioranza degli Azionisti presenti, nella riunione straordinaria del 24 maggio 2003, l’aumento del capitale da 2.171.700 euro a 4.343.400 euro mediante l’emissione di 434.349 nuove azioni del valore di 5 euro (con un sovrapprezzo del 10% pari alle riserve già accantonate). La decisione, maturata quasi al termine dell’esercizio finanziario 2002/2003, adempiendo alle osservazioni che l’assemblea dello scorso Ottobre aveva già dato al consiglio di amministrazione presieduto da Walter Righini, per consentire alla società di avere quella liquidità necessaria e per guardare – come ha sottolineato Flavio Claoti, rappresentante del patto di sindacato che riunisce il 43% delle azioni Tcvvv – “con serenità al futuro e agli importanti investimenti che ci si appresta ad effettuare”. La ragione principale per cui si è reso necessario il raddoppio del capitale sociale è stata ricondotta dal presidente Righini alla “problematica derivante dagli ingentissimi crediti di imposta maturati; la società anticipa, infatti, i crediti e le agevolazioni che lo Stato concede agli Utenti come sconto sul calore erogato e come agevolazione sugli allacciamenti”. Questa situazione oggi pesa sui conti della società per più di 3 milioni di euro (tra credito di imposta, credito iva). All’assemblea – al palazzetto di Sondalo erano rappresentante quasi il 60% delle azioni della Tcvvv Spa – sono stati illustrati alcuni dati economico/finanziari che contraddistinguono l’attività della società dalla sua costituzione, nel 1998 come srl, sino ad oggi. Significativo il progresso degli investimenti: dagli 8.878 euro investiti nel 1998 alla costituzione della Spa nel 1999 con il capitale di poco superiore ai 2 milioni di euro per arrivare al 2003 con investimenti attorno ai 28 milioni di euro sempre sostenuti dal capitale iniziale. L’operazione proposta di aumento del capitale sociale ha avuto il solo voto contrario del Presidente dell’Aem di Tirano e due astensioni. Il collegio dei revisori ha approvato senza riserve – lo ha dichiarato il presidente Flavio Poluzzi – l’operazione di aumento che il coordinatore del patto di sindacato (che raggruppa 190.000 azioni Tcvvv) Flavio Claoti ha auspicato “una decisione rapida ed una iniziativa senza indugi” auspicando una partecipazione più attiva di enti locali e istituti di credito. Il sindaco di Sondalo Marco Muscetti ha dichiarato il sostegno delle istituzioni all’operazione ricordando la condivisione iniziale sui progetti del teleriscaldamento. L’assemblea ha dato mandato al CdA di avviare entro il 1 Giugno l’operazione che aumenterà il capitale sino a 4.343.400 euro. Il presidente Righini ha colto infine l’occasione per informare con soddisfazione l’Assemblea dell’entrata in esercizio il prossimo mese di Giugno dell’impianto, primo in Italia, per la produzione anche di energia elettrica, con utilizzo delle biomasse, dalla potenza di 1,1 MW che sicuramente potrà apportare notevole beneficio economico alla Società.

 

Mag 27 2003

Articoli più letti:

Partner

               

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie. Scopri di più.