Energia elettrica da biomassa

A Tirano, presso la centrale del teleriscaldamento, alla fine del mese di giugno in tempi di “black-out” elettrico nazionale, ha avuto inizio la produzione anche d’energia elettrica ottenuta dalle biomasse. Trattasi di un impianto, ad oggi primo ed unico esempio in Italia (solo 5 in Europa) di cogenerazione caratterizzato da un elevato rendimento (90%) grazie alla contemporanea produzione d’elettricità e calore. L’impianto è stato realizzato grazie alla collaborazione: - con la ditta austriaca Kohlbach GmbH & Co. fornitrice di una caldaia ad olio diatermico da 7,2 MW termici e già fornitrice delle precedenti caldaie di Tirano e Sondalo; - con la società di Brescia TURBODEN S.r.l. fornitrice del gruppo ORC (Organic Rankine Cycle) turbogeneratore che prelevando il calore trasmesso dall’olio diatermico a circa 300 gradi produce vapore mettendo in funzione la turbina e generando quindi energia elettrica. (Questo gruppo rappresenta una novità assoluta in fatto di produzione d’energia elettrica. La potenza del gruppo ORC installato a Tirano è pari a 1,1 MW elettrico e si prevede una produzione annuale di circa 7.500.0000 - 8.500.000 di kwh elettrici. Il calore di recupero è infine utilizzato per il teleriscaldamento ottimizzando così la risorsa legno e raggiungendo quindi quell’elevato rendimento indicato); - con l’impresa Lavori Edili Mazza S.n.c. di Tirano che ha realizzato tutte le opere murarie presso la centrale di Tirano; - con la ditta GESCO S.r.l. di Millesimo (SV) che ha eseguito tutti i lavori di collegamento (piping) relativi ai circuiti acqua/olio e servizi fra la caldaia, il gruppo ORC e il seguente interfacciamento con la rete di teleriscaldamento; - infine, ma non certo per importanza, con la Regione Lombardia che, con gli Assessorati all’Agricoltura e all’Energia, ha fortemente sostenuto e finanziato quest’iniziativa. L’energia elettrica prodotta è ceduta alla ditta EGL ITALIA S.p.A. (Vedi allegato). L’impianto attivato a Tirano è sicuramente nel suo complesso, trattandosi di produzione congiunta di calore ed energia elettrica, un progetto d’avanzata tecnologia realizzato nel quadro di sviluppo energetico con utilizzo di fonti rinnovabili. L’impianto, in data 12 maggio 2003, ha già ottenuto dal GRTN la qualifica di IAFR (Impianto Alimentato da Fonti Rinnovabili). La vendita quindi di questa produzione elettrica, oltre al prezzo di cessione del kwh, permetterà alla Società di incassare per un periodo d’otto anni (ma già si parla di 10) i così detti “certificati verdi” pari oggi a circa € 0,083 per ogni kwh venduto o direttamente utilizzato, “premio” riconosciuto ai produttori d’energia da fonti rinnovabili. Con la realizzazione di quest’impianto la Società rinnova e ripropone l’impegno di collaborazione con Enti Pubblici e privati interessati ad un reale recupero del nostro territorio montano, ed aumentare quindi l’utilizzo di biomassa di provenienza dei nostri boschi con evidenti vantaggi ambientali, sociali ed economici per l’intero territorio valtellinese ed avviando quindi un’attività che da costo potrà diventare importante risorsa.

(da sinistra) Bertanzi e Bertuzzi  Società Turboden Brescia, Rossi Sindaco di Tirano, Righini  Presidente TCVVV Spa, Brè Responsabile TCVVV Spa, Cavriani EGL Italia Spa Genova acquirente energia elettrica, Angioli Società Demont - Gesco Millesimo Savona. (Sotto) momento della visita alla centrale di Tirano e particolare del nuovo impianto.

 

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO


TELERISCALDAMENTO COOGENERAZIONE VALCAMONICA, VALTELLINA, VALCHIAVENNA S.p.A. ed EGL ITALIA S.p.A. annunciano la conclusione di un importante accordo per la commercializzazione di energia prodotta interamente da fonti rinnovabili. Teleriscaldamento Cogenerazione Valcamonica, Valtellina, Valchiavenna S.p.A. (TCVVV), azienda attiva nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ed EGL Italia S.p.A., azienda facente parte del gruppo svizzero EGL e attiva sul mercato italiano dell’energia elettrica e del gas naturale, hanno concluso un importante accordo per la compravendita di energia elettrica proveniente interamente da fonti rinnovabili. A fine Giugno, è entrato in servizio a Tirano (SO) il primo impianto di cogenerazione a biomasse in Italia, capace di produrre sia calore che energia elettrica, realizzato dalla TCVVV. Si tratta di uno dei progetti di avanzata tecnologia che la TCVVV ha realizzato nel quadro dei suoi programmi di sviluppo energetico utilizzando fonti rinnovabili grazie alla collaborazione con la Regione Lombardia (Assessorato Agricoltura ed Assessorato all’Energia). Il progetto di generazione congiunta di calore ed energia rappresenta un motivo di grande soddisfazione per la Società che vede crescere in modo sempre più convincente l’interesse ed il consenso di cittadini, operatori ed istituzioni verso iniziative e programmi che propongono uno sviluppo sostenibile per la produzione di energia nell’ambito della filiera bosco-legno-energia. L’intera produzione di energia (8 milioni di kWh all’anno) verrà ceduta a EGL Italia. Tale energia sarà commercializzata su tutto il territorio italiano, nell’ambito della strategia di EGL di servire i propri Clienti con energia “verde”, ottenuta da fonti non inquinanti. In tal senso va evidenziato che EGL Italia, con 14 miliardi di kWh già contrattualizzati in Italia per il 2003, rappresenta il primo fornitore di energia pulita sul mercato libero italiano. Una quota sempre più significativa dell’energia commercializzata deriva da produttori indipendenti, con i quali EGL stringe importanti rapporti di partnership di medio e lungo termine di acquisto di energia elettrica e certificati verdi. “Con questa operazione - spiega Claudio Belvedere, Amministratore Delegato di EGL Italia - rafforziamo la nostra posizione di leadership sul mercato energetico italiano, confermandoci come uno degli operatori maggiormente attenti all’approvvigionamento da fonti rinnovabili e alla conseguente commercializzazione di energia pulita. Come dimostrano le recenti criticità verificatesi nel sistema elettrico, oggi più che mai è importante incrementare la disponibilità di energia, anche attraverso il sostegno a progetti indipendenti, verso i quali ci configuriamo come interlocutori seri e affidabili”. EGL Italia, attiva nel nostro paese a partire da Giugno 2000, si è posizionata come terzo operatore (primo importatore) nel mercato libero dell’energia elettrica, con una quota dell’8% e rappresenta il primo importatore del mercato libero con oltre 7,5 miliardi di kWh importati (7.500 GWh) nel corso del 2002. Nel corso del 2002 EGL Italia ha infatti servito clienti idonei e consorziati appartenenti a diversi settori industriali - acciaierie, impianti tessili, cementifici, produttori di gas tecnici, industria metalmeccanica, industria chimica e diversi consorzi - raggiungendo un fatturato di oltre 420 milioni di Euro (+115% rispetto al 2001). Tali positivi risultati dovrebbero confermarsi anche per tutto l’esercizio 2003 dove EGL Italia stima di raggiungere ricavi a oltre 850 milioni di Euro, in forte crescita rispetto ai 421 milioni di Euro nel 2002 (+102%), equivalenti a 14 miliardi di kWh di energia elettrica venduti rispetto a 7,5 miliardi di kWh del 2002 (+86%). Sul fronte della produzione sta proseguendo l’iter di autorizzazione ministeriale per la costruzione di nuove centrali green-field, nell’ambito degli importanti piani di sviluppo come IPP di rilievo in Italia. EGL Italia, con sede a Genova, conta attualmente 30 addetti e uffici commerciali a Milano e Roma. Genova, 18 Luglio 2003

Lug 18 2003

A Tirano per conoscere..

Impianti, reti e centrali di Teleriscaldamento realizzati in Valtellina sono presi ad esempio da molte altre realtà che si stanno avviando sulla strada della produzione di energia utilizzando fonti rinnovabili. Come nel caso della visita alla centrale di Tirano degli ing. Tosi e Tarolli di Trento incaricati dello Studio e la progettazione di un impianto di cogenerazione da realizzarsi ad Asiago.

Lug 17 2003

Cogenerazione: a Tirano il primo impianto alimentato a biomassa in Italia di produzione di calore ed energia elettrica

A Tirano è entrato in funzione il primo impianto di cogenerazione in Italia capace di produrre sia calore che energia elettrica. Si tratta di uno dei progetti di avanzata tecnologia che la Teleriscaldamento Spa ha realizzato nel quadro dei suoi programmi di sviluppo energetico utilizzando fonti rinnovabili grazie alla collaborazione con la Regione Lombardia (Assessorato Agricoltura ed Assessorato all’Energia). Il progetto di cogenerazione calore/energia rappresenta un motivo di grande soddisfazione per la Società che vede crescere in modo sempre più convincente l’interesse ed il consenso di cittadini, operatori ed istituzioni verso iniziative e programmi che propongono uno sviluppo sostenibile per la produzione di energia nell’ambito della filiera bosco-legno-energia. Giovedì 17 luglio, alle ore 10.00, presso la sede di Tirano della Teleriscaldamento Coogenerazione, Valcamonica, Valtellina, Valchiavenna Spa è in programma un incontro per la presentazione del progetto e dei suoi sviluppi con relativa conferenza stampa.

Lug 15 2003

Articoli più letti:

Partner

               

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie. Scopri di più.