news

news (164)

Interessante incontro peresso la Centrale di teleriscaldamento di Tirano con la delegazione della Confcooperative

Sabato 16 settembre si è svolto a Tirano un interessante incontro fra un rappresentativo gruppo di rappresentanti e delegati cooperative aderenti alla Confcooperative di Sondrio. La delegazione era guidata dal Presidente Dott. Tartarini ed accompagnata dal Dott. Aldo Deias Dirigente della Regione Lombardia Assessorato all'Agricoltura.

Argomento principale dell'incontro, prendendo spunto dagli impianti a biomassa già realizzati in provincia di Sondrio dalla TCVVV nonchè dai realizzandi impianti di biogas, la possibilità e le opportunità di produzione di energia, termica ed elettrica, con utilizzo delle fonti rinnovabili.

 

Set 16 2006

Tirano: iniziata la posa dei pannelli fotovoltaici presso la centrale del Teleriscaldamento

Prosegue a pieno ritmo il programma legato al "progetto fotovoltaico" della Tcvvv Spa che in questo modo intende ampliare la gamma di produzione energetica da fonti rinnovabili e sostenibili. Grazie ai benefici previsti dalla normativa di incentivazione del fotovoltaico (DM 28.6.2005), presso la Centrale di Coogenerazione a biomassa di Tirano sono iniziati i lavori di installazione di circa 500 mq. di pannelli fotovoltaici da parte della Ditta BP Solarex. La potenza prevista dell'impianto (nelle immagini alcune fasi della installazione dei pannelli) è di kW 68,45 per una produzione di energia prevista in circa 90.000 kwh anno. Il dato estremamente significativo e particolarmente importante per la società è che l'impianto di Tirano è uno dei primi impianti che vengono realizzati in Italia che beneficiano della normativa indicata e va ad aggiungersi alla produzione di calore e di energia elettrica attraverso l'utilizzo di centrali alimentate a biomassa.

  

Ago 01 2006

Tirano: assemblea straordinaria

Tirano, 25 maggio 2006

Il presidente della TCVVV Walter Righini ha incontrato il Dott. Corrado Passera, Amministratore Delegato di Banca Intesa presso la Casa vinicola Nera. In occasione della sua visita a Sondrio per una serie di importanti incontri con gli operatori economici, la Società del teleriscaldamento ha potuto ringraziare pubblicamente l'illustre ospite per l'appoggio ed il sostegno sempre riservato dall'Istituto di Credito alle iniziative legate all'utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di energia.

In particolare è stata sottolineata l'importanza anche dell'adesione al capitale sociale di Banca Intesa alla nuova Società che verrà costituita in Valtellina con la partecipazione di TCVVV, coperativa BIOVALT, Aem Tirano, Comune di Villa di Tirano e Coldiretti per produzione di biogas da utilizzare per generare energia elettrica.

 

 

Nell'occasione è stata donata al dr. Passera una copia del filmato di Superquark girato presso le Centrali di Tirano e Sondalo. Il dr Corrado Passera ha dimostrato grande interesse in questo nuovo settore energetico dichiarando la massima disponibilità di Banca Intesa a collaborare anche con altre iniziative promosse dagli associati alla FIPER.

Mag 25 2006

Tirano: assemblea straordinaria

Si è tenuta sabato 20 maggio l'assemblea straordinaria della Teleriscaldamento Coogenerazione Valtellina Valchiavenna e Valcamonica Spa. All'ordine del giorno l'aumento di capitale già ipotizzato durante l'assemblea ordinaria per fare fronte alle nuove ed importanti iniziative che la società ha intrapreso o sta per intraprendere.

La proposta di aumento di capitale indicata dal presidente e dal consiglio di amministrazione prevede l'emissione di 434.340 nuove azioni (in pratica una nuova azione ogni due vecchie) ovvero un aumento del capitale da 4.343.4000 euro a 6.515.000 euro.

L'operazione di aumento di capitale servirà a sostenere in particolare quattro importanti iniziative. La prima riguarda il progetto di teleriscaldamento a Santa Caterina Valfurva (per un impegno superiore ai 9 milioni di euro); la seconda, avviata in questi giorni, è relativa al progetto fotovoltaico di Tirano. Le altre due iniziative riguardano il comune di Villa di Tirano dove sono previsti un progetto di teleriscaldamento a biomassa ed uno a biogas per il quale verrà costituita una apposita società con la partecipazione delle realtà e degli operatori locali.

Il CdA ha proposto per ogni azione il prezzo nominale di 7.75 euro ovvero 5 euro più 2.75. L'assemblea ha approvato all'unanimità la proposta di aumento di capitale dando mandato al consiglio di procedere con gli adempimenti necessari. I versamenti sono stati previsti in tre tranches: la prima al momento della sottoscrizione; la seconda a 9 mesi dalla sottoscrizione; l'ultima a saldo dopo 18 mesi. Il consiglio ha preso atto con soddisfazione del voto unanime espresso dall'assemblea ed ha dichiarato il suo impegno a procedere in tempi rapidi con tutti gli adempimenti conseguenti alla decisione.

Mag 21 2006

Tirano: al via il progetto fotovoltaico

Dopo il riconoscimento del GRTN ad installare presso la Centrale di Tirano n° 800 pannelli solari fotovoltaici per una potenza di 68,5 KW, è arrivata nei giorni scorsi la prima partita di 290 pannelli.

E' prevista per le ultime settimane di maggio 2006 il completamento della fornitura e si prevede il montaggio degli stessi nel mese di giugno.

     



 

 

 

 

 

 

 

 

Mag 18 2006

Programmi e prospettive della Teleriscadamento Spa Incontro con la stampa del presidente Walter Righini

Intervento a tutto campo del presidente della TCVVV Spa nella conferenza stampa convocata oggi, 13 aprile 2006, per fare il punto circa iniziative, programmi e progetti della società nei prossimi mesi. Per cominciare il piano di investimenti a Sondalo (tre strade interessate) e Tirano (qui sono 12 le vie dove si interverrà) con 93 nuovi allacciamenti sicuri e 115 probabili. La spesa prevista è di 1.5 milioni di euro e verrà sostenuta dai ricavi della società. E' di 9.2 milioni - come già riferito in precedenza - l'investimento per il teleriscadamento a Santa Caterina Valfurva, una delle prime stazioni turistiche di montagna ad essere teleriscaldata. I lavori al via dopo la stagione invernale con l'obiettivo (considerano anche la complessità dei lavori da realizzare) di essere pronti con il 70% degli allacciamenti entro la fine dell'estate 2007. Due sono i progetti pronti a partire a Villa di Tirano. Un impianto di teleriscaldamento a biomassa (costo 1.350.000 euro) che servirà soprattutto infrastrutture pubbliche. Ed un impianto nuovo per la nostra provincia che risolverà un problema per gli agricoltori trasformandolo in risorsa energetica: verrà realizzato in impianto di produzione di energia da biogas, il biogas prodotto dai liquami dell'area conferiti in un unico impianto. Il progetto (3 milioni) verrà realizzato con la collaborazione degli agricoltori locali che si sono costituiti in cooperativa attraverso la creazione di una società partecipata dalla Tcvvv. Positivo - sottolinea Righini - il lavoro che si sta facendo con altre realtà, come quelle pubbliche e private di Caspoggio e Lanzada, per lanciare altri progetti: "gli esempi di Tirano e Sondalo - ha detto - stanno motivando l'interesse non solo della nostra realtà provinciale; ciò che abbiamo realizzato è sicuramente l'eccellenza nella produzione di energia da fonti rinnovabili".

  

A Tirano il GRTN, il gestore della rete nazionale, ha autorizzato la realizzazione di un impianto fotovoltaico. 800 metri quadrati di pannelli solari sopra la centrale e la struttura di stoccaggio della biomassa per produrre circa 70 kwh di energia con il beneficio dei certificati verdi che anche gli altri progetti ricordati riceveranno. Intanto la società si prepara ad una assemblea straordinaria (nel mese di maggio) per deliberare l'aumento di capitale già prospettato nella precedente assemblea; si procederà ad un aumento del 50% con l'emissione di una azione ogni due vecchie. Ed a proposito di azioni, ricordando l'operazione di "acquisto azioni proprie" decisa in assemblea a gennaio come "servizio ai soci e non come mercato", Righini non esprime valutazioni rispetto all'offerta di acquisto circolata con una lettera ai soci della TCVVV: "i 7.10 euro offerti confermano che attorno alla società c'è interesse; del resto vi sono stati altri tentativi di scalata. Ritengo comunque che 7.10 euro ad azione sia una valutazione ancora bassa, ricordo che nessun socio può possedere più del 5% del capitale". Un ultima informazione: il 22 aprile si terrà l'assemblea della Valtellina Ambiente Onlus durante la quale si presenterà il progetto filiera bosco legno per il rilancio del settore in valle. Al riguardo Righini ha espresso valutazioni positive sul progetto di raccolta delle potature, progetto che interessa anche la Coldiretti a livello nazionale.

Apr 13 2006

Valfurva: sì alla convenzione con la Tcvvv per la costruzione e l'esercizio dell'impianto di teleriscaldamento a Santa Caterina

Con decisione unanime del consiglio Comunale di Valfurva è stato approvato lo schema di convenzione tra Comune e Tcvvv Spa per la costruzione e l'esercizio dell'impianto di teleriscaldamento di Santa Caterina Valfurva. La centrale è stata localizzata nella zona denominata Poz, all'ingresso della stazione turistica, dove verrà realizzato il parcheggio interrato a servizio della nuova cabinovia. Lo schema di convenzione ricalca sostanzialmente gli accordi già siglati con i comuni di Sondalo e Tirano. L'intesa condivisa tra la società e l'amministrazione comunale di Valfurva (che nel 1999 ha deciso di acquistare azioni della Tcvvv) consente di dare corso all’iniziativa che nel 2001 ha ottenuto un importante finanziamento regionale (come indicato nelle diverse relazioni alle assemblee dei soci). Nel 2004 è stata definita la localizzazione e nel 2005 perfezionati gli accordi sottoscritti nella seduta del consiglio comunale del 27 marzo 2006. Lo schema della convenzione prevede una durata di 35 anni con un impegno della Tcvvv a valorizzare le professionalità locali nell'investimento ed a mettere a disposizione conoscenze e competenze per la migliore realizzazione dell'operazione. Per quanto riguarda il canone è previsto il versamento dei 5% degli utili a partire dall'11° anno di esercizio e non dal 7° come per Sondalo e Tirano. La motivazione è data dalla necessità di realizzare - come ha spiegato il sindaco Idilia Antonioli - un investimento di 9.2 milioni contro i 5 milioni di euro originariamente previsti. La società si impegna anche, per favorire e promuovere la filiera bosco-lega e la cura del patrimonio silvo pastorale della Valfurva, a ritirare la biomassa conferita dalle diverse realtà della Valfurva corrispondendo un prezzo concordato e particolarmente vantaggioso per gli operatori locali. La localizzazione nella zona Poz dove viene realizzato il parcheggio interrato previsto nell'accordo di programma dei Mondiali di sci del 2005 comporta alcune intese particolari riguardo ad opere e servitù che sono state concordate tra Comune di Valfurva e Società del Teleriscaldamento.

Mar 27 2006

Tirano: le donne della Coldiretti in visita al Teleriscaldamento

In visita alla centrale di Tirano delle donne della Coldiretti di Sondrio accompagnate dal Dott. Pietro Belottini.

Mar 27 2006

"Le energie rinnovabili" Un volume tecnico sulle energie rinnovabili (eolica, fotovoltaica, solare termodinamica, da biomasse, idroelettrico)

Il Libro "Le energie rinnovabili" di Andrea Bartolazzi, edito da Hoepli, affronta il tema dello sviluppo delle fonti rinnovabili superando il classico approccio legato al dualismo sostenibilità-competitività. Il manuale descrive le le energie rinnovabili con il maggior potenziale e le varie tecniche di valutazione della risorsa, il principio fisico utilizzabile, l'impatto ambientale, la realizzazione delle opere, la valutazione economica e di redditività. 

La centrale coogenerativa di Tirano, quale esempio di utilizzo delle biomasse, è riportata a pag. 210-211.

 

Mar 21 2006

Master RIDEF ENERGIA: lezione a Tirano

La centrale di teleriscaldamento e coogenerazione di Tirano è diventata ormai punto di riferimento permanente dei programmi didattici universitari. Il Master RIDEF energia - ovvero il corso di specializzazione che ha come obiettivo quello di formare una nuova figura professionale, quella dell'esperto nell'impostazione di iniziative e di programmi di efficienza energetica e di produzione decentrata di energia - ha scelto da alcuni anni gli impianti di Tirano per far conoscere direttamente come funzionano le tecnologie di cui si parla a livello teorico nelle lezioni. Lo scopo del Master RIDEF è quello di formare una figura professionale che sia parte della soluzione nel sistema energetico in evoluzione, in un nuovo contesto istituzionale, tecnologico adeguato a rispondere anche alla sfida dei cambiamenti climatici globali. Formazione che passa anche dalla conoscenza delle tecnologie: il presidente della TCVVV Walter Righini ha incontrato gli studenti il 22 febbraio per una lezione riguardante teleriscadalento, coogenerazione, biomassa; il gruppo di studenti (provenienti da tutta Italia e già tutti laureati) ha visitato gli impianti della TCVVV venerdì 3 marzo completando una parte del percorso formativo previsto dal terzo corso Master Ridef Energia. 

 

   

Mar 03 2006

Articoli più letti:

Partner

               

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie. Scopri di più.