×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 256

news

news (166)

Gli studenti del Politecnico alla Centrale di Tirano

Gli impianti di teleriscaldamento della Tcvvv Spa continuano a destare grande interesse. Stavolta a Tirano è giunta in visita una delegazione di studenti che frequentano la sezione staccata di Lecco del Politecnico di Milano. I dodici studenti presenti alla visita effettuata lunedì 10 febbraio erano accompagnati dal Prof. Stefano Caserini. Molteplici gli interessi manifestati dal gruppo di studenti, non soltanto per gli aspetti tecnici ed impiantistici, ma soprattutto per i temi ambientali che il discorso teleriscaldamento sviluppa ed in particolare l'aspetto della filiera bosco legno. Per il presidente Tcvvv, Walter Righini, questa visita rappresenta l'ennesima conferma della bontà dei progetti realizzati in Alta Valtellina che sono diventati laboratorio e modello di esportazione ad ogni livello, compreso quello della formazione universitaria. Nelle foto sotto alcuni momenti della visita.

 

Feb 11 2003

I vigili del fuoco in visita alla Centrale di Tirano

Visita importante, venerdì 24 gennaio, alla Centrale del Teleriscaldamento di Tirano. Ospiti interessati al funzionamento ed alla organizzazione degli impianti sono stati i Vigili del Fuoco del capoluogo Aduano che si sono soffermati anche sull'imponente lavoro che sta svolgendo la nuova "cippatrice" che sta lavorando il legname giunto a Tirano da diverse località. Nelle foto sotto due momenti della visita.

 

Gen 24 2003

Ecco la Cippatrice

La società Teleriscaldamento Cogenerazione Vacamonica, Valtellina e Valchiavenna Spa prosegue nel suo programma di qualificazione e potenziamento del servizio. In questa ottca particolare importanza assume l'arrivo, presso le centrali di teleriscaldamento, della macchina cippatrice che provvederà a cippare (ovvero a frantumare secondo le misure previste) il legname proveniente dai boschi bruciati. In collaborazione con il Consorzio Forestale Alta Valtellina che ha messo a disposizione un escavatore appositamente attrezzato con pinza caricatrice si stanno in questi giorni effettuando i lavori di cippatura. Nelle fotografie si possono vedere le macchine (cippatrice ed escavatore) nonchè il legname da trattare. Sta diventando quindi realtà anche l'utilizzazione per il teleriscaldamento del legname proveniente dai boschi. Potranno essere cippate pure le potature dei meleti o delle vigne. La produzione di cippato con questa macchina (che costa 180.000 euro) è di oltre 100 mc all'ora.

Dic 23 2002

In visita dai grigioni

Una folta delegazione della Pro Grigione Italiani della vicina valle di Poschiavo, guidata dal Sig. Elvezio Lardi ha visitato sabato 14 dicembre la centrale di teleriscaldamento di Tirano. I graditi ospiti sono stati accolti dal Sindaco di Tirano Giordano Rossi, dal Presidente della Società Walter Righini e dal responsabile della centrale Ing. Alessandro Brè. Grande interesse e commenti oltremodo positivi sono stati espressi dai visitatori. Anche a Poschiavo è in programma l'avvio di un impianto di teleriscaldamentro a biomassa presso l'ospedale della cittadina e questa è stata una delle ragioni che hanno motivato la visita: prendere contatto diretto con una realtà di produzione energetica in un contesto simile a quello Grigione. Nella foto un momento della visita della delegazione della Pro Grigioni.

Dic 14 2002

Indagine 2002: Cresce il consenso degli utenti

Il secondo questionario distribuito fra gli utenti della Tcvvv Spa conferma l'elevata considerazione nei confronti del teleriscadamento a biomnassa oltre che alle iniziative di carattere economico-ambientale ad esso collegato. I dati del questionario 2002 (in base alle risposte consegnate alla data del 31 ottobre) contengono alcuni elementi in più rispetto alle informazioni raccolte con il questionario 2001, ma sostanzialmente non si modifica la tendenza espressa dall'utenza sia sul teleriscaldamento con le implicazioni domenstiche, sia sui disagi incontrati nella realizzazione degli interventi (in questo caso assistiamo ad una attenuazione delle posizioni critiche), sia sulle prospettive di sviluppo e di investimento. Mettendo a confronto alcune risposte notiamo come il giudizio "molto positivo" riferito all'iniziativa del teleriscaldamento passi dal 56% all'81% complessivamente. Un incremento di 4 punti in percentuale anche per la migliore risposta riguardante il funzionamento dell'impianto, ottimo per il 51% degli utenti che hanno risposto al questionario 2002. Quanto al costo del servizio in confronto al riscaldamento precedente la risposta "molto valtaggioso" passa dal 15% al 33%, quella "vantaggioso" dal 71% al 60%, quella "uguale" dal 14% al 6% con una risposta (lo scorso anno non c'era) che ritiene "svantaggioso" tale costo. Si modifica l'orientamento dell'utenza, con un anno in più di esperienza, a proposito dei disagi dei cantieri: disagi che hanno gravato "molto" per l'1% contro il 13%, "abbastanza" per il 13% contro il 23%, "tollerabile" per il 61% contro il 57%, "più che sopportabile" per il 25% contro il 7%. Tutti i dati sono pubblicati agli indirizzi indicati sopra.

Nov 08 2002

Biodisel: una sfida affascinante

La Regione Lombardia è sta dedicando attenzione ed impegno al settore delle filiere energetiche che traggono fonte da prodotti agroforestale. In questo alveo si inserisce il lavoro svolto nell'ambito dei progetti di teleriscaldamento in alta Valtellina; in questa direzione si muove il discorso che riguarda il BIODISEL. A Milano, sul tema, si è svolto un convegno al quale sono intervenuti, fra gli altri, il vicepresidente della Regione Lombardia ed assessore all'agricoltura Viviana Beccalossi ed il direttore generale del servizio agricoltura Paolo Baccolo. Due interventi importanti quelli effettuati in seno al convegno di Milano che vi proponiamo nel formato documento.

Nov 07 2002

Assemble annuale TCVVV spa - anno 2002

Sala affollata ed interessata, questa mattina a Sondalo, per la quarta assemblea della Società Teleriscaldamento Cogenerazione Valcamonica, Valtellina, Valchiavenna Spa. Numerosi gli argomenti in discussione; numerose soprattutto le riflessioni di politica economica ed ambientale oltre che sulla strategia societaria che hanno preceduto ed accompagnato il dibattito sul bilancio, sulla relazione annuale che viene proposta nella sezione delle ASSEMBLEE, sull'assetto della società, sulla scelta del consiglio di amministrazione per il prossimo triennio. Nell'assemblea odierna erano rappresentate 372.756 azioni (pari all'85.82% del totale). Un solo astenuto nell'approvazione del bilancio e della relazione. Nella indicazione del Cda 149 le schede che hanno optato per 7 consiglieri in carica per 3 anni mentre 8 hanno indicato 7 consiglieri per un anno. Per il rinnovo del consiglio di amministrazione Flavio Claoti, presidente del Consorzio Forestale Alta Valtellina e coordinatore del "patto di sindacato" che riunisce circa il 40% degli azionisti della TCVVV ha indicato Walter Righini (presidente), Carlo Zuanazzi (vice), Marco Muscetti, Giordano Rossi, Annalisa Rainoldi, Paolo Baisotti e Marco Credaro (consiglieri) per il nuovo Cda; Flavio Poluzzi (presidente), Enrico Giacomelli e Fabio Martinelli (effettivi), Luca Pozzi ed Eli Polinelli (supplenti) per il collegio dei sindaci. Il voto assembleare ha accolto queste indicazioni, che sono state le uniche candidature presentate, a larghissima maggioranza.

 Prima della presentazione della relazione da parte del presidente Walter Righini è intervenuto il dr Gabriele Boccasile, in rappresentanza della Regione Lombardia, manifestando la piena soddisfazione per il risultato ottenuto dal progetto teleriscaldamento evidenziando come "la società Tcvvv è nata attorno all'idea di un progetto e poi ha realizzato quel progetto diventando motivo di interesse per tanti; il vostro progetto sarà proposto dalla Regione come modello da seguire". Accanto ad una serie di interventi di carattere tecnico con richiesta di spiegazione riguardo ad iniziative, voci di bilancio, azioni future soprattutto riguardo alle azioni sul bilancio, è intervenuto il presidente del Consorzio Forestale Alta Valtellina Flavio Claoti esprimento "la più viva soddisfazione per lo straordinario risultato ottenuto dal progetto teleriscaldamento". Claoti ha parlato della tenacia Valtellinese capace di superare nell'esito finale anche progetti ed iniziative di marca tirolese ed al riguardo ha fatto appello a tutte le forze di Valtellina, Valchiavenna e Valcamonica per sostenere la società nella realizzazione dei suoi obiettivi che non sono soltanto di carattere economico, ma rivestono una grande valenza sociale, territoriale ed ambientale. I dati di questa azione sono contenuti nella relazione del presidente (confermato) Walter Righini.

Ott 26 2002

Iniziative della filiera bosco-legno

Una quarantina fra tecnici ed amministratori, giornalisti e ricercatori, esperti di energia e rappresentanti di paesi stranieri ha fatto visita oggi alle centrali ed agli impianti di Tirano e Sondalo nell'ambito delle giornate tecniche organizzate dalla Regione Lombardia per promuovere il teleriscaldamento e l'utilizzo della biomassa come fonte energetica alternativa e compatibile con l'ambiente. La giornata è iniziata a Tirano con la visita agli impianti, assistendo alle operazioni di scarico dei "cippato" proveniente da una segheria valtellinese che come biomassa diventa combistibile per le centrali del teleriscaldamento. La visita si è poi sviluppata agli impianti ed alle reti, prima Tirano e poi Sondalo, con il presidente della società Walter Righini ed i tecnici Del Simone e Brè in veste di docenti pronti a rispondere alle domande degli ospiti. Nel corso della colazione di lavoro il presidente Righini ed i sindaci di Sondalo e Tirano, Marco Muscetti e Giordano Rossi, hanno illustrato il riflesso sulle pubbliche amministrazioni dell'avvento del teleriscaldamento considerando i più diversi aspetti, dal risparmio energetico all'impegno finanziario per l'ammodernamento di reti e servizi. 

Ott 25 2002

Assemblea dei Soci della Tcvvv Spa - ANNO 2001

Si è riunita oggi, presso la sala incontri del Palazzetto dello Sport di Sondalo, l'Assemblea Ordinaria e Straordinaria dei Soci della Teleriscaldamento Cogenerazione Valcamonica Valtellina Valchiavenna Spa. All'ordine del giorno l'approvazione del bilancio al 30 giugno 2001 con la relazione del presidente del CdA Walter Righini e gli allegati al documento di bilancio che è stato approvato dai soci presenti numerosi all'incontro di Sondalo. Per la parte straordinaria l'assemblea ha deliberato la conversione del valore nominare delle azioni da lire 10.000 in 5,00 Euro cad con riduzione del capitale sociale a 2.171.700 euro; è stata invece rinviata - su indicazione dello stesso consiglio in attesa di meglio definire i progetti futuri e le località di intervento - la proposta di aumento del capitale sociale da Euro 2.171.700 a Euro 3.257.550 con sovrapprezzo di Euro 1,00 per ogni nuova azione sottoscritta ed Euro 0,10 cad. di rimborso spese; aprovata infine la delega agli amministratori ai sensi dell'art. 2420-ter c.c. per l'emissione di prestito obbligazionario fino ad un massimo di Euro 2.000.000.

Nella sua relazione (che si può consultare integralmente all'indirizzo indicato) il presidente Walter Righini ha indicato puntualmente lo stato di attuazione dei programmi della TCVVV Spa con riferimento all'avanzamento di lavori, contratti e produzione delle centrali e delle reti di Tirano e Sondalo. Ha evidenziato la costante crescita di interesse attorno alle iniziative della società e il consenso maturato anche nei rapporti con le istituzioni. Importanti i primi risultati in termini di risparmio energetico per i comuni di Tirano e Sondalo che premia l'azione svolta dai due enti pubblici e spiana la strada ad altri interventi. Al riguardo Righini ha indicato lo stato dell'arte riguardo ai progetti presentati che riguardano Valtellina e Valcamonica e "che aspettano solo di essere avviati da parte della società con il consenso dell'Assemblea".

Nel corso del dibattito che ha fatto seguito alla relazione il primo ad intervenire è stato il dirigente regionale Aldo Deias che ha sottolineato il profuicuo lavoro condotto in sinergia dal pubblico e dal privato "per ottenere importanti risultati al servizio del cittadino e del territorio". Deias ha ribadito la posizione della Regione Lombardia e le motivazioni che hanno indotto l'istituzione regionale a sostenere i progetti energetici da fonti alternative; ha però sollecitato l'assemblea della società a progredire nella ricerca e nella innovazione per offrire competitività e servizi. Concludendo il suo intervento Aldo Deias ha dichiarato "ho piacere a seguirvi nel percorso che state facendo". Il sindaco di sondalo Marco Muscetti ha ribadito l'appoggio della parte pubblica alle iniziative della Tcvvv Spa ponendo l'attenzione su due aspetti: la società deve progredire e dare garanzie economiche; deve altresì proseguire la sinergia pubblico/privato senza perdere di vista l'impegno per la cura, la tutela e la valorizzazione del territorio e del suo patrimonio ambientale. Al riguardo l'intervento del presidente del Consorzio Forestale Alta Valtellina, Flavio Claoti, ha offerto tre lementi importanti di riflessione: il primo riguarda la necessità di premiare individuare la figura dell'operatore/agricoltore di montagna non per il redito ma per la preziosa opera che svolge; il secondo riguarda la qualità del prodotto di montagna e la sua certificazione; il terzo è un invito a consolidare il Consorzio Forestale attraverso la partecipazione di tutti i comuni del bacino tiranese.

L'imprenditore edile Natale Berandi ha voluto aggiungere un dato riguardo all'importanza dal punto di vista occupazionale dell'avvento delle iniziative del teleriscaldamento di Tirano e Sondalo con anche 100 uomini impegnati nelle opere. Uno dei rapresentanti della filiera del legno, Alfredo Piantoni, ha espresso tutta la sua fiducia nella società e nel suo CdA invitandolo a proseguire nelle iniziative in ciò sostenuto anche dal vicesindaco di Sondalo Valente Togni. Dal canto suo il vicepresidente Carlo Zuanazzi ha osservato come al termine dell'assemblea dello scorso anno ci fosse un poco di amarezza e delusione per lo stato della società, sentimenti ed impressioni superati dai fatti e dalla crescita davvero importante della società che chiude il bilancio al 30 giugno 2001 con un utile di esercizio di 88.125.918 lire a fronte di una perdita del precedente esercizio di quasi 280 milioni. Importante il dato della produzione il cui valore è passato da 10 milioni di lire a 3 miliardi e 640 milioni di lire.

 

 

Nov 17 2001

Tanti ospiti a Tirano e Sondalo

Giovedì 18 ottobre una delegazione dell'Unitrè di Tirano, una settantina di persone compresi alcuni accompagnatori e cittadini tiranesi, ha fatto visita alla centrale di Tirano prendendo contatto direttamente con una realtà imprenditoriale sviluppata sul territorio locale e sovente poco conosciuta. Il folto gruppo di tiranesi si è reso conto di persona del lavoro svolto ed ha potuto conoscere più da vicino le strutture e gli impianti della TCVVV Spa. Dopo questa, alle centrali valtellinesi di Tirano e Sondalo ha fatto visita l'onorevole Claudio Franci - segretario della commissione permanente agricoltura - ed anche i parlamentare toscano ha potuto raccogliere favorevoli impressioni sull'iniziativa dalla società che opera in Valtellina. Altro importante incontro/visita è quello del 21 ottobre. In occasione della Consulta regionale di Legambiente in programma per questo fine settimana nel capoluogo aduano, i delegati dei circoli lombardi dell'associazione ambientalista avranno modo di visitare le strutture della Teleriscaldamento Cogenerazione Valcamonica Valtellina e Valchiavenna Spa, approfondendo gli aspetti della produzione energetica utilizzando fonti rinnovabili. L'onorevole Claudio Franci in vista agli impianti di Tirano firma il registro dei visitatori che si è notevolmente arricchito negli ultimi mesi.

Ott 19 2001

Articoli più letti:

Partner

               

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie. Scopri di più.